GENERALITA'

L'Associazione dei bibliotecari ecclesiastici italiani, che ha sede legale in Roma, P.zza S. Maria Maggiore 5, è nata nel 1978 con lo scopo di animare e coordinare il servizio svolto dalle biblioteche appartenenti alle istituzioni ecclesiastiche italiane. Nel 1990 è stata ufficialmente riconosciuta dalla Conferenza episcopale italiana. Nel corso del suo ventennio di attività, si è fatta promotrice di innumerevoli iniziative, ispirate ai suoi scopi istituzionali: corsi di formazione per bibliotecari, redazione di strumenti di lavoro (l'Annuario delle biblioteche ecclesiastiche italiane 1995, una lista di autorità in campo religioso riguardante le molteplici realtà della Chiesa cattolica: Bibbia, papi, Curia romana, ordini religiosi…), il "Bollettino di informazione" a cadenza quadrimestrale che pubblica notizie sulle attività e sulla storia delle biblioteche della Chiesa e si pone come strumento di collegamento nel mondo bibliotecario ecclesiastico, in particolare pubblicando liste di volumi e riviste doppi per facilitare gli scambi.

PER ISCRIVERSI

Indirizzare la domanda scritta di ammissione alla Presidenza, presso la Segreteria dell’Associazione (Piazza del Duomo, 16 – 20122 Milano), corredandola del curriculum da cui risulti una collaborazione in corso o passata con una biblioteca ecclesiastica, oppure i titoli delle pubblicazioni inerenti a biblioteconomia e bibliografia.

Per la domanda si può utilizzare il modulo qui di seguito riprodotto.

L'adesione decorre dalla data dell'accettazione da parte del Consiglio direttivo, e viene pubblicata nel "Bollettino di informazione"

Download

puoi prelevare la domanda di iscrizione nel formato PDF oppure in formato DOC

Quota sociale 2013

Soci ordinari: euro 30,00, con incluso l'abbonamento al"Bollettino di informazione".
Quota valida anche per l'estero.

Abbonamento al "Bollettino" per i non soci: euro 35,00, per l'estero: euro 40,00.

Versamenti da effettuare sul ccp. 18159004 intestato a Associazione dei bibliotecari ecclesiastici italiani - Roma

Il socio o l'abbonato che presenterà un nuovo socio o abbonato verrà esentato dalla quota sociale o di abbonamento per il 2013.